Clima, Ministro Cingolani a webinar COP 26: con Recovery operazione da 70 – 80 miliardi

Interventi su mobilità elettrica, forestazione, ciclo dell’acqua, suolo, agricoltura

Roma, 26 marzo 2021 – “Il termine ‘Transizione ecologica’ dà l’idea della trasformazione in atto non solo in Italia, ma in molti Paesi del G 20. C’è una percezione chiara dell’urgenza di costruire un percorso che ci porti dalla condizione attuale entro il 2030 a una condizione che sia uniforme o simile in tutti i Paesi avanzati”.

Così il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo al webinair ‘COP26: Climate change mitigations and health benefits, a UK-Italy workshop’.

“Abbiamo degli indicatori ormai consolidati: dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra del 55%, arrivare al 72% di energia rinnovabile installata, abbiamo degli standard di waste cycle che sono ormai ineludibili, avere meno del 10% in discarica, una differenziazione del rifiuto di altissimo livello, oltre il 65%”.

“Il clima è un fenomeno trasversale orizzontale che riguarda tutte le attività dell’essere umano, quelle sociali, quelle economiche, la riduzione di diseguaglianze e preservare il pianeta in cui viviamo, che non è stato trattato molto bene – ha aggiunto Cingolani – abbiamo due grandi sfide: imparare a prevenire e mitigare il danno. Sappiamo già che il percorso verso la sostenibilità globale è un percorso di compromesso, ed è chiaro che riusciremo solo a mitigare il danno. Già adesso se riuscissimo magicamente a ridurre la temperatura media di 2 gradi comunque il riscaldamento degli oceani non si arresterebbe il giorno dopo”.

“Il senso dell’urgenza – aggiunge il Ministro – è dettato dalla termodinamica, dobbiamo produrre una quantità di gas serra che non può eccedere il budget concordato a livello internazionale, se lo faremo nei prossimi 10 anni forse riusciremo a controllare l’aumento della temperatura media sotto i due gradi e nel giro di circa un secolo avremmo un raffreddamento importante delle masse di acqua del pianeta”.

“Ci sono catastrofi di natura climatica connesse al riscaldamento globale che sono costosissime in termini di vite umane e danni sociali – spiega Cingolani -. Il cambiamento climatico è qualcosa che, se non riusciremo a controllare, porterà a un innalzamento dei mari di 20 cm nel prossimo secolo. Inghilterra e Italia sono Paesi con migliaia di chilometri di coste e ne potrebbero soffrire in maniera gravissima, al punto da ridisegnare completamente le nostre aree costiere”.

“I bambini che ora vanno a scuola tra 60-70 anni potrebbero dover vivere questi sconvolgimenti – dice ancora il Ministro – non stiamo parlando di futuro remoto ma dei nostri  figli: questo richiede un atto di responsabilità, perché nessuna generazione è mai stata messa così in pericolo”.

“L’inquinamento dell’aria – aggiunge ancora Cingolani – provoca 7 milioni di morti ogni anno per malattie correlate, la transizione ecologica non è una parola vuota: vuol dire cercare di mitigare queste situazioni drammatiche nelle quali ci troviamo oggi, e che dovrà garantire più giustizia e minore diseguaglianza”.

“Stiamo per lanciare una imponente azione da 70 – 80 miliardi legata al Recovery fund – spiega poi – la nostra transizione ecologica si articolerà su massicce operazioni relative al ciclo dell’acqua, al suolo, all’autosufficienza energetica dell’agricoltura. Nel settore energia dovremo seguire la road map europea e installare decine di gigawatt di potenza di natura rinnovabile, investiremo molto su tecnologie connesse all’idrogeno.  Dobbiamo gettare le basi per una società che evolva verso la decarbonizzazione dell’energia secondaria e primaria, un intervento di elettrificazione della mobilità, un massiccio intervento di forestazione e protezione dell’oro blu, l’acqua, e dei nostri bacini idrici.”.

“Speriamo in questi 5 anni di poter attivare nuove tecnologie che per la prevenzione sono fondamentali – dice poi Cingolani – che ci consentano di monitorare dalle coste alla forestazione, all’andamento delle discariche a tutto quello che è rilevante utilizzando un cloud nazionale protetto”.

“In ultimo –spiega il Ministro – dobbiamo mettere degli investimenti importanti sulle aree protette e sui parchi marini, digitalizzarli e farli diventare delle aree in cui la biodiversità possa essere elemento di studio. Ci attende un’agenda complessa ma non siamo soli: abbiamo il piacere con gli amici del Regno unito di coordinare la Cop 26, nonché abbiamo anche la presidenza del G20. Da queste posizioni possiamo ben lanciare un messaggio internazionale”.

“Come cittadini e popoli di un unico continente che da solo è responsabile della produzione di circa il 10% dell’anidride carbonica globale – conclude Cingolani – dobbiamo fare lo sforzo di decarbonizzarci il prima possibile e condividere questo sforzo con tutti gli altri Paesi. Utilizziamo la forza dei nostri partenariati in ambito internazionale per rendere questo messaggio chiaro a tutti”.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DALLA FONTE

Condividi contenuto

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri contenuti in Rassegna

CONTATTACI

Inviaci la tua richiesta e ti contatteremo appena possibile

Contatto Telefonico

+39 085.9047212

La sicurezza alimentare non è solo una caratteristica del prodotto ma il frutto dell’ingegneria dei processi di produzione, confezionamento e distribuzione nella filiera. La nostra consulenza è completa e fattiva durante l’intero percorso e nel dettaglio riferita a:

Etichette alimentari -Visto si stampi: realizzare un’etichetta legale

Servizi per l’esportazione: Etichettatura estera, Food Safety Plan e PCQI

Pacchetti HACCP personalizzati

Certificazioni Volontarie (BRC, IFS, ISO 9001, FSSC 22000); Certificazione BIO; Certificazione Vegan; certificazione Halal

Audit di seconda parte

Miglioramento di Tecnologie, Produzione, R&D

Gap Analysis

Conformità MOCA

Sicurezza Agroalimentare

Esperienza pluriennale nell’ambito della consulenza ADR per pianificare e garantire la sicurezza del trasporto di merci e di rifiuti pericolosi su strada.  La complessa ed ampia materia prevede il trasferimento di specifiche competenze anche alle figure degli operatori coinvolti: imballatore, speditore, riempitore, trasportatore, addetto al controllo in accettazione. Il nostro Studio può offrire supporto alle imprese per adempiere alla normativa, con audit, formazione e procedure operative.

Esperienza pluriennale per l’espletamento delle pratiche di Prevenzione Incendi: Domanda di esame progetto al fine di ottenere il parere di conformità, Domanda di sopralluogo per il rilascio del CPI, Dichiarazione di inizio attività

Consulenza ADR e Antincendio

Controllo prescrizioni autorizzative, gestione delle scadenze ambientali, assistenza nell’attuazione di prescrizioni in seguito ad Ispezione ambientali/sopralluoghi di organi di controllo, pianificazione dei monitoraggi, attribuzione codici EER, supporto alla compilazione FIR e registri di carico e scarico, MUD e O.R.SO. (Osservatorio Rifiuti), pratiche per spedizioni transfrontaliere, verifica della fattibilità per nuovi impianti, formazione operativa, anche on line e personalizzata per i vari livelli di inquadramento delle risorse umane.  

Gestione Adempimenti Ambientali

Lo Studio si occupa di Alta Formazione su tematiche inerenti la normativa Ambientale, trasporto merci pericolose su strada, Agroalimentare, modelli organizzativi di impresa, Sistemi di Gestione Aziendale.  

Corsi di legislazione ambientale per imprenditori, quadri, responsabili gestione ambientale, personale operativo. Corsi su misura per singole organizzazioni per implementazione ISO 14001 e OHSAS 18001, compliance ADR, Corsi di strategia ambientale per il posizionamento del marchio e del servizio, Marketing e comunicazione ambientale d’impresa, modelli organizzativi.

Formazione

Pianificazione e interpretazione delle misure strumentali e indagini analitiche per la rappresentazione del livello di qualità delle matrici ambientali nel sito, delle prestazioni di processo, di prodotto, delle caratteristiche dei luoghi di lavoro. Consulenza per i laboratori di prova, per la progettazione di sistemi ISO 9001/17025. Analisi della appropriatezza delle metodiche UNI alla prova, verifica di attendibilità del campionamento

Analisi, Autocontrolli e indagini strumentali e qualità dei laboratori di prova

Competenza, passione ed esperienza pluriennale, per committenza sia Privata che Pubblica, nell’ambito della progettazione ed esecuzione delle indagini preliminari, caratterizzazione, Analisi di rischio sanitario- ambientale, progetti operativi di bonifica di siti contaminati, direzione lavori e monitoraggio sino a certificazione di collaudo, riqualificazione urbana di brownfields, dragaggi e opere marittime, con partners.

Bonifiche e Riqualificazione siti contaminati

Consulenza, progettazione, redazione della documentazione e assistenza durante il procedimento amministrativo per l’ottenimento di Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale (P.A.U.R), Studi di Impatto Ambientale (S.P.A, V.I.A.), Valutazione Ambientale Strategica di Piani e programmi (VAS), Autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.), Autorizzazione Unica (ex art. 208 D.Lgs. 152/06 e s.m.i.), Procedura Semplificata per il recupero rifiuti (ex artt. 214-216 D. Lgs. 152/06 e s.m.i.), Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) per emissioni in atmosfera, scarichi, rumore, studio di ricaduta impatto odorigeno, Iscrizione Albo Nazionale Gestori Ambientali per tutte le categorie, assunzione responsabilità tecnica per impianti di trattamento rifiuti, bonifiche siti contaminati, intermediazione e trasporto rifiuti.

Consulenza e Progettazione pratiche per ottenimento autorizzazioni ambientali

Il progetto viene coordinato dallo studio di fattibilità e bancabilità fino all’esecutivo, dalla selezione dei fornitori, alla preparazione del cantiere, dalla direzione lavori al collaudo e gestione dell’impianto: seguiamo tutte le pratiche amministrative, burocratiche e tecniche, offrendo garanzia in termini di qualità, tempi di esecuzione e performance.

Sviluppiamo sistemi di economia circolare, per il recupero di materia, produzione di biometano, intercettando le esigenze dinamiche del mercato sotto il profilo dell’inquadramento normativo,  costruttivo, delle best practices e della sicurezza.

Progettazione piattaforme di gestione rifiuti

Prevenzione, Inquinamento, danno ambientale, responsabilità d’impresa: da oltre 20 anni abbiamo sviluppato una competenza trasversale di carattere tecnico ma con un compiuto inquadramento giuridico del caso. Forniamo alle imprese perizie specialistiche e assistenza nei procedimenti penali, nelle trattative contrattuali, in percorsi merge & acquisition, in sede Arbitrale, in sede di responsabilità amministrativa degli Enti secondo Modelli 231/01, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Assistenza tecnico legale

Aurelio Mazziotti

Technical Designer

Davide Fierro

Geologo

Annalisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Anna Lisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Aurelio Mazziotti

Technical Designer

Geometra

Rilievi, attività di disegno tecnico (CAD).

Analisi cartografia e documenti di  pianificazione territoriale.

Supporto nella gestione dei cantieri di bonifica e di realizzazione infrastrutture.

Aggiornamento normativo.

Adempimenti e registrazioni ambientali.

Davide Fierro

Geologo

Relazioni geologiche e idrogeologiche.

Progettazione bonifiche e gestione cantieri di bonifica.

Analisi cartografia e documenti di  pianificazione territoriale.

Utilizzo GIS.

Rilievi fotografici con drone

Anna Lisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Ingegnere Civile.

Pianificazione attività di studio.

Progettazione e servizi di permitting ambientale, tra cui Valutazioni di Impatto ambientale, AIA, AUA.

Progettazione e implementazione Sistemi di Gestione Aziendali.

Perizie.

Progettazione antincendio.

Responsabile Tecnico per la gestione delle bonifiche.

Auditor Ambiente e Qualità.

Formatore.