Pianificazione e programmazione nazionale, il ruolo della valutazione ambientale strategica

Roma, 18 maggio 2021 – Il Ministero della Transizione Ecologica è chiamato a rispondere ad una importante sfida per il nostro Paese, che corrisponde al progressivo delinearsi di quella che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) definisce “transizione ecologica”, in linea con l’Agenda 2030 dell’ONU, quale “base del nuovo modello di sviluppo italiano ed europeo. Intervenire per ridurre le emissioni inquinanti, prevenire e contrastare il dissesto del territorio, minimizzare l’impatto delle attività produttive sull’ambiente è necessario per migliorare la qualità della vita e la sicurezza ambientale, oltre che per lasciare un Paese più verde e una economia più sostenibile alle generazioni future. Anche la transizione ecologica può costituire un importante fattore per accrescere la competitività del nostro sistema produttivo, incentivare l’avvio di attività imprenditoriali nuove e ad alto valore aggiunto e favorire la creazione di occupazione stabile”.

Una transizione che descrive un passaggio che, trasversalmente, si innesta anche nelle pianificazioni e nelle programmazioni di settore a scala nazionale, per le quali il MiTE è spesso Autorità proponente e, sempre, Autorità competente per la Valutazione Ambientale Strategica – VAS del Piano o Programma.

I Piani e Programmi attualmente all’esame del MiTE, sono valutati orientando la pianificazione verso la sostenibilità ambientale, per offrire un cambio di paradigma nell’approcciare alle politiche ambientali, consolidando il legame tra ambiente e sviluppo economico.

La Valutazione ambientale strategica (VAS) è prevista dal nostro ordinamento nazionale in materia ambientale, e recepisce la direttiva 2001/42/CE. Essa ha il compito di integrare le considerazioni di carattere ambientale nell’elaborazione e nell’adozione di piani e programmi che possono avere effetti significativi sull’ambiente, assicurando che gli effetti dell’attuazione di tali strumenti siano presi in considerazione già nel corso della loro elaborazione e prima della loro adozione o approvazione finale. Tutto ciò, contribuendo ad orientare i processi verso i migliori standard di protezione ambientale e di condivisione delle scelte di governance in tema di sostenibilità.

Il primo di tali strumenti è stato il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima – PNIEC, il principale atto di programmazione del sistema energetico italiano al 2030. Secondo cinque dimensioni (decarbonizzazione, efficienza, sicurezza energetica, sviluppo del mercato interno dell’energia, ricerca, innovazione e competitività), fissa obiettivi al 2030, misure di policy ed anche misure volte a contribuire al miglioramento della qualità dell’aria.

In tema di qualità dell’aria, si è recentemente conclusa la VAS del Programma Nazionale di Controllo dell’inquinamento atmosferico, in linea con la cosiddetta direttiva NEC (National Emission Ceilings), al fine di limitare le emissioni di origine antropica e rispettare gli impegni di riduzione delle emissioni assegnati all’Italia per il 2020 ed il 2030.

Inoltre, si è appena conclusa la fase di consultazione dei soggetti con competenze in materia ambientale sul Rapporto preliminare di VAS per il Piano Nazionale di adattamento ai Cambiamenti Climatici – PNACC ed il Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee – PiTESAI.

Il PNACC è lo strumento di pianificazione nazionale a supporto delle istituzioni italiane, regionali e locali, che ha l’obiettivo di contenere la vulnerabilità agli impatti dei cambiamenti climatici, aumentare la resilienza agli stessi e migliorare le possibilità di sfruttamento di eventuali opportunità.

Il PiTESAI è lo strumento di pianificazione generale delle attività minerarie sul territorio nazionale e la sua finalità è quella “… di individuare un quadro definito di riferimento delle aree ove è consentito lo svolgimento delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sul territorio nazionale, volto a valorizzare la sostenibilità ambientale, sociale ed economica delle stesse”.

Il prossimo passo, relativo alla consultazione pubblica sul Rapporto ambientale, contribuirà a delinearne i contenuti con maggior dettaglio sino alla conclusione del procedimento, con decreto di parere motivato del MiTE di concerto con il Ministero della Cultura.

Al PNACC ed al PITESAI seguirà un altro importante strumento di pianificazione nazionale, attualmente in corso di predisposizione da parte di un apposito Comitato Tecnico Interministeriale.

Si tratta della Pianificazione dello Spazio Marittimo – PSM, che recepisce la direttiva 2014/89/UE sulla Pianificazione dello Spazio Marittimo, in attuazione della direttiva quadro sulla Strategia Marina e persegue lo sviluppo sostenibile dei settori energetici del mare, dei trasporti marittimi, del settore della pesca e dell’acquacoltura. Il MiTE si appresta ad avviare la VAS per i Piani di gestione dello spazio marittimo delle tre regioni marine italiane individuate.

Ai sensi del Protocollo di Kyiv e della Convenzione di Espoo, inoltre, il Mite ha recentemente trasmesso alla Slovenia le osservazioni italiane nell’ambito della consultazione transfrontaliera attivata per il loro Piano di gestione dello spazio marittimo.

L’attività tecnica ed amministrativa del MiTE nell’attuale fase evolutiva degli scenari pianificatori e programmatori nazionali, attraverso i procedimenti di VAS, si occupa della sinergia tra i diversi strumenti di pianificazione, nel rispetto delle loro definite vocazioni settoriali e pone le basi per la coerenza tra obiettivi e finalità che si trasferiranno sul territorio, mediante azioni il più possibile armonizzate e coordinate tra loro.

 

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DALLA FONTE

Condividi contenuto

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri contenuti in Rassegna

CONTATTACI

Inviaci la tua richiesta e ti contatteremo appena possibile

Contatto Telefonico

+39 085.9047212

La sicurezza alimentare non è solo una caratteristica del prodotto ma il frutto dell’ingegneria dei processi di produzione, confezionamento e distribuzione nella filiera. La nostra consulenza è completa e fattiva durante l’intero percorso e nel dettaglio riferita a:

Etichette alimentari -Visto si stampi: realizzare un’etichetta legale

Servizi per l’esportazione: Etichettatura estera, Food Safety Plan e PCQI

Pacchetti HACCP personalizzati

Certificazioni Volontarie (BRC, IFS, ISO 9001, FSSC 22000); Certificazione BIO; Certificazione Vegan; certificazione Halal

Audit di seconda parte

Miglioramento di Tecnologie, Produzione, R&D

Gap Analysis

Conformità MOCA

Sicurezza Agroalimentare

Esperienza pluriennale nell’ambito della consulenza ADR per pianificare e garantire la sicurezza del trasporto di merci e di rifiuti pericolosi su strada.  La complessa ed ampia materia prevede il trasferimento di specifiche competenze anche alle figure degli operatori coinvolti: imballatore, speditore, riempitore, trasportatore, addetto al controllo in accettazione. Il nostro Studio può offrire supporto alle imprese per adempiere alla normativa, con audit, formazione e procedure operative.

Esperienza pluriennale per l’espletamento delle pratiche di Prevenzione Incendi: Domanda di esame progetto al fine di ottenere il parere di conformità, Domanda di sopralluogo per il rilascio del CPI, Dichiarazione di inizio attività

Consulenza ADR e Antincendio

Controllo prescrizioni autorizzative, gestione delle scadenze ambientali, assistenza nell’attuazione di prescrizioni in seguito ad Ispezione ambientali/sopralluoghi di organi di controllo, pianificazione dei monitoraggi, attribuzione codici EER, supporto alla compilazione FIR e registri di carico e scarico, MUD e O.R.SO. (Osservatorio Rifiuti), pratiche per spedizioni transfrontaliere, verifica della fattibilità per nuovi impianti, formazione operativa, anche on line e personalizzata per i vari livelli di inquadramento delle risorse umane.  

Gestione Adempimenti Ambientali

Lo Studio si occupa di Alta Formazione su tematiche inerenti la normativa Ambientale, trasporto merci pericolose su strada, Agroalimentare, modelli organizzativi di impresa, Sistemi di Gestione Aziendale.  

Corsi di legislazione ambientale per imprenditori, quadri, responsabili gestione ambientale, personale operativo. Corsi su misura per singole organizzazioni per implementazione ISO 14001 e OHSAS 18001, compliance ADR, Corsi di strategia ambientale per il posizionamento del marchio e del servizio, Marketing e comunicazione ambientale d’impresa, modelli organizzativi.

Formazione

Pianificazione e interpretazione delle misure strumentali e indagini analitiche per la rappresentazione del livello di qualità delle matrici ambientali nel sito, delle prestazioni di processo, di prodotto, delle caratteristiche dei luoghi di lavoro. Consulenza per i laboratori di prova, per la progettazione di sistemi ISO 9001/17025. Analisi della appropriatezza delle metodiche UNI alla prova, verifica di attendibilità del campionamento

Analisi, Autocontrolli e indagini strumentali e qualità dei laboratori di prova

Competenza, passione ed esperienza pluriennale, per committenza sia Privata che Pubblica, nell’ambito della progettazione ed esecuzione delle indagini preliminari, caratterizzazione, Analisi di rischio sanitario- ambientale, progetti operativi di bonifica di siti contaminati, direzione lavori e monitoraggio sino a certificazione di collaudo, riqualificazione urbana di brownfields, dragaggi e opere marittime, con partners.

Bonifiche e Riqualificazione siti contaminati

Consulenza, progettazione, redazione della documentazione e assistenza durante il procedimento amministrativo per l’ottenimento di Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale (P.A.U.R), Studi di Impatto Ambientale (S.P.A, V.I.A.), Valutazione Ambientale Strategica di Piani e programmi (VAS), Autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.), Autorizzazione Unica (ex art. 208 D.Lgs. 152/06 e s.m.i.), Procedura Semplificata per il recupero rifiuti (ex artt. 214-216 D. Lgs. 152/06 e s.m.i.), Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) per emissioni in atmosfera, scarichi, rumore, studio di ricaduta impatto odorigeno, Iscrizione Albo Nazionale Gestori Ambientali per tutte le categorie, assunzione responsabilità tecnica per impianti di trattamento rifiuti, bonifiche siti contaminati, intermediazione e trasporto rifiuti.

Consulenza e Progettazione pratiche per ottenimento autorizzazioni ambientali

Il progetto viene coordinato dallo studio di fattibilità e bancabilità fino all’esecutivo, dalla selezione dei fornitori, alla preparazione del cantiere, dalla direzione lavori al collaudo e gestione dell’impianto: seguiamo tutte le pratiche amministrative, burocratiche e tecniche, offrendo garanzia in termini di qualità, tempi di esecuzione e performance.

Sviluppiamo sistemi di economia circolare, per il recupero di materia, produzione di biometano, intercettando le esigenze dinamiche del mercato sotto il profilo dell’inquadramento normativo,  costruttivo, delle best practices e della sicurezza.

Progettazione piattaforme di gestione rifiuti

Prevenzione, Inquinamento, danno ambientale, responsabilità d’impresa: da oltre 20 anni abbiamo sviluppato una competenza trasversale di carattere tecnico ma con un compiuto inquadramento giuridico del caso. Forniamo alle imprese perizie specialistiche e assistenza nei procedimenti penali, nelle trattative contrattuali, in percorsi merge & acquisition, in sede Arbitrale, in sede di responsabilità amministrativa degli Enti secondo Modelli 231/01, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Assistenza tecnico legale

Aurelio Mazziotti

Technical Designer

Davide Fierro

Geologo

Annalisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Anna Lisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Aurelio Mazziotti

Technical Designer

Geometra

Rilievi, attività di disegno tecnico (CAD).

Analisi cartografia e documenti di  pianificazione territoriale.

Supporto nella gestione dei cantieri di bonifica e di realizzazione infrastrutture.

Aggiornamento normativo.

Adempimenti e registrazioni ambientali.

Davide Fierro

Geologo

Relazioni geologiche e idrogeologiche.

Progettazione bonifiche e gestione cantieri di bonifica.

Analisi cartografia e documenti di  pianificazione territoriale.

Utilizzo GIS.

Rilievi fotografici con drone

Anna Lisa Brandelli

Coordinatrice Attività

Ingegnere Civile.

Pianificazione attività di studio.

Progettazione e servizi di permitting ambientale, tra cui Valutazioni di Impatto ambientale, AIA, AUA.

Progettazione e implementazione Sistemi di Gestione Aziendali.

Perizie.

Progettazione antincendio.

Responsabile Tecnico per la gestione delle bonifiche.

Auditor Ambiente e Qualità.

Formatore.